sabato 26 agosto 2017

Abbiamo un cuore




Titolo: Abbiamo un cuore 

Vide un getto d’acqua scorrere violento contro il volto di un adulto confuso e ripensò a quando da bambino giocava nel giardino dei nonni inseguendo l’acqua degli irrigatori che innaffiavano il prato. Alla fine era sempre tutto bagnato, ma felice per essere riuscito ad “acciuffare” il getto. Poi vide poliziotti schierati in assetto anti-sommossa e ripensò ai suoi compagni di suola che si ricoprivano di distintivi di plastica e caschi da pattinaggio per poter “salvare” innocenti, insieme a Superman. Poi vide fotografi, e passanti con cellulari, riprendere immagini irreali, e ripensò a quando con sua madre riguardava l’album di fotografie dei nonni: a quando una foto non era solo una testimonianza, ma portava con sé un carico affettivo, emozionale, un’intimità…Quello che non vide però furono abbracci, mani sollevate, persone, passanti…umani! Non vide il cuore e gli sembrò che molti lo avessero dimenticato. E pensò! Pensò a come si possa vivere in un mondo in cui le persone abbiano dimenticato il loro cuore? E pensò ancora! Pensò che l’unico modo fosse quello di ricordarlo a tutti. “Abbiamo un cuore” scrisse sulla sua maglietta e se andò passeggiando per le strade.

La dedico al Dalai Lama e a questa sua frase
You may control people physically by force, but you won't change their hearts and minds - that requires trust and friendship.
Puoi controllare le persone fisicamente con la forza, ma non cambierai i loro cuori e le loro menti - questo richiede fiducia e amicizia.




0 commenti :

Posta un commento