giovedì 26 aprile 2018

Dipinto di parole n 3 Una cipolla in cucina






Un’ombra sinuosa si disegnava sul muro: che fosse una ballerina, una mano o una cipolla lo si sarebbe compreso solo dall’osservare l’oggetto che quell’ombra la proiettava. 
In una cucina, illuminata da luce artificiale, in una notte d'estate, l’arancione del catafillo contrastava il verde del germoglio, che, prepotente, creava la sua strada. Forse stimolato dalla presenza di acqua nel bicchiere che lo accoglieva; forse stimolato dal suono muto creato da note musicali di plastica aggrappate a quella mensola, la stessa dove si trovava anche lui… 
Odore intenso, profumo complesso di foglie d’alloro avvolte in un filtro di plastica: una cena stava iniziando… per questo nessuno apriva quella finestra!

Dipinto di parole dedicato ad Andrius Pojavis (chi altri poteva inviare una foto così?) 
Aspetto le vostre immagini! 

2 commenti :

  1. Un germoglio di un verde ancora avventato che da un antico vaso di rame sale. Bellissima immagine e meravigliosi gli aromi scritti, anche quelli che si intuiscono ma non si vedono.

    Michele Vittadello

    RispondiElimina
  2. Aspetto che mi invii una foto fatta da te!

    RispondiElimina