venerdì 14 ottobre 2016

Il geranio (bruco e geranio)



"Amore che combini vicino al mio geranio?"
"Mamma, ho visto un bruco, ma poi è scomparso." 
"I bruchi non scompaiono, sarà ancora lì da qualche parte."
"Ti assicuro che e sparito: nessuna traccia." 
"Guarda più a lungo."
"Dici? Per quanto tempo?" 
"Per il tempo che il bruco ci metterà a decidere se rischiare di muoversi mentre lo osservi, oppure no."
"Credi che abbia paura di me?" 
"Non lo so, potrebbe."
"E quanto tempo ci dovrebbe mettere la paura a lasciare spazio al rischio?" 
"A volte attimi, a volte giorni, a volte vite…non possiamo saperlo. Tu osserva ancora un po’, vedrai che lo rivedrai."  


Due ore dopo.

"Eccoti finalmente! Sei riuscito a vedere il bruco?"
"No!" 
"No? E cosa hai fatto tutto questo tempo in giardino?"
"Quando sei andata via mi sono allontanato dal geranio, non mi piaceva l’idea di disturbarlo e ho continuato a osservarlo da lontano, contando." 
"Contando cosa?"
"Il tempo che la sua paura ci avrebbe messo a passare, lasciando spazio al rischio." 
"E?"
"Mi sono distratto: i fiori, i suoni, i colori, continuavo a guardare altrove e credo di aver perso il conto e anche il bruco."


Se anche tu hai voglia di inviare le tue due parole Clicca qui!.

0 commenti :

Posta un commento