lunedì 28 agosto 2017

... (gatto e leggerezza)


Titolo: ...

Le passò di fianco con la sua solita leggerezza. Le sfiorò i capelli con la coda lunga e poi con la zampa le toccò la mano, ripetutamente. 
Dopodiché il gatto scese dal divano e, a suo modo, le chiese di seguirlo. 
E lei lo fece, lo faceva sempre! 
Il gatto attraversò la porta del giardino e affondò le zampine nell’erba: lei uscì dietro di lui. Camminarono a lungo stavolta, fino alla riva del fiume. 
Lì il gatto si sedette e anche lei. 
Osservarono l’acqua scorrere, osservarono gli alberi, una libellula blu. Il gatto rincorse qualche mosca, lei raccolse qualche foglia caduta. 
Ognuno nel suo mondo. 
Quando giunse l’ora di tornare, il gatto richiamò la sua attenzione con un delicato Miao. Le gli sorrise e ancora una volta lo seguì. 
Giunti alla soglia di casa, lei rientrò, sopraffatta dalle immagini; lui si allontanò di nuovo, ma questa volta da solo…

Parole suggerite da La gatta
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento